Hotel Belvedere, dolmiti paganella - Hotel belvedere


Hotel Belvedere
S
Video
Foto
Video
Foto

Hotel Belvedere
& PARADISE CLUB CENTER
S
Vai ai contenuti
Contacts > Livello 11
Le Dolomiti, Patrimonio dell'Unesco ....
La Paganella, montagna di Fai ...

Il Trentino ti offre il suo tesoro... nel cuore del parco naturale Adamello Brenta
si stagliano le torri e le guglie del gruppo delle Dolomiti di Brenta, possenti articolazioni rocciose dalle forme slanciate.

Durante la tua vacanza in Paganella viene a scoprire queste cattedrali naturali che non sono passate inosservate all’UNESCO
che le ha riconosciute Patrimonio Naturale dell’Umanità, inserendole tra le bellezze da tutelare a livello mondiale.
Quelli dell’UNESCO ci vedono bene: sono rimasti colpiti delle suggestive pareti verticali, dai particolari colori delle rocce,
dalle numerose sculture naturali create dalle vette.

Duecentotrentunomila ettari che comprendono nove gruppi dolomitici collocati
nelle province di Trento, Bolzano, Belluno, Pordenone e Udine.

Se ami fare trekking d’alta quota o arrampicata non perderti il Croz dell’Altissimo (2.339 metri),
il Campanil Basso (2.883 metri) o la Cima Tosa (3.173 metri).
Tre le vie ferrate in Paganella la più spettacolare è sicuramente la "Via delle Bocchette" e la Ferrata delle Aquile.

A pochi chilometri da Trento, tra le Dolomiti di Brenta, ad un altitudine compresa tra i 1000 e i 2100 metri,
sorge il comprensorio sciistico di Fai della Paganella .
I numerosi impianti di risalita offrono un'area di oltre 50 chilometri con piste per lo sci alpino adatte sia a sciatori esperti che ai principianti,
coperte per oltre il 95% dell'area sciistica da impianti di innevamento programmato.
La Paganella è un comprensorio sciistico storico.
Già nei primi decenni del '900 vedeva i pionieri dello sci affrontare le lunghe discese
nei boschi da Dosso Larici a Fai della Paganella e negli anni '50 i campioni dello sci alpino in gara nella mitica 3-Tre.
La pista 3 Tre ossia le  3 gare di coppa del mond, era nata  nelle tre storiche montagne,
a Fai della paganella , Monte Bondone, e Folgaria, ora spostata a Madonna di Campiglio.

La Paganella offre d'estate i suoi boschi e pendii a passeggiate ed escursioni di grande soddisfazione.
La particolare posizione di questa montagna, che ad est incombe su Trento e sulla Valle dell'Adige
con una maestosa parete verticale di oltre 1.000 metri,
consente un'impareggiabile vista panoramica del Trentino e delle Dolomiti.
Alle prime luci del mattino, questa cima tanto cara a Cesare Battisti (a cui è dedicato un rifugio poco sotto la vetta),
regala verso ovest lo spettacolo indimenticabile delle guglie delle Dolomiti di Brenta colpite dai primi raggi di sole.

FAI DELLA PAGANELLA
Posto a 968 m di altitudine, è il paese più vicino del comprensorio al casello dell'autostrada del Brennero.
Si estende lungo una panoramica terrazza, circondata su due lati dal monte Fausior e dalla Paganella,
l'uno famoso per le escursioni, l'altra per le piste da sci.
A meno di un chilometro dal centro, in località Santel, si trova la partenza degli impianti di risalita e l'arrivo delle piste.
Il paese offre confortevoli e tipiche strutture ricettive che sono ben integrate nel tipico montano del paese.
Da Fai della Paganella si gode un bel panorama sulla piana dell’Adige: il cosiddetto Belvedere, nella stagione estiva, diventa meta di escursionisti.
Le esplorazioni in quest’area non possono non includere la zona archeologica nei pressi di Fai:
si tratta dei resti di un villaggio retico emersi nel ‘79, in località Doss Castel.





































.
Torna ai contenuti